Biodiversità e Turismo Sostenibile

Nell’ultimo decennio le mete per le vacanze sono cambiate e i turisti, sempre più spesso, vanno alla ricerca di luoghi incontaminati e difficilmente accessibili per praticare attività a diretto contatto con la Natura, come ad esempio l’arrampicata o il rafting lungo i fiumi nelle nostre valli.

Questo rinnovato interesse per i luoghi selvaggi e poco antropizzati testimonia un mutamento nel rapporto tra uomo e ambiente, che si traduce in un’offerta turistica sempre più improntata alla diversificazione delle attività e alla valorizzazione delle peculiarità territoriali.

Valorizzazione, però, non significa necessariamente salvaguardia; infatti, la presenza dell’uomo in determinate località necessita di un attento monitoraggio, volto alla tutela della biodiversità, perché è proprio la varietà di specie animali e vegetali a rendere unico ogni ambiente naturale.

Le attività umane possono anche essere intrusive e la spinta economica derivante dal turismo può risultare dannosa per alcune aree che necessitano di protezione, si tratta proprio di quelle mete incontaminate sempre più ambite da chi è alla ricerca di una vacanza diversa e a contatto con la Natura.

Con oltre 58000 specie animali e 7830 specie vegetali l’Italia è il Paese che presenta la maggior biodiversità a livello europeo, tuttavia una recente indagine di Legambiente rivela che attualmente 596 specie sono a rischio di estinzione.

Si stima inoltre che la perdita di biodiversità costi all’Unione Europea il 3% all’anno del PIL aggregato, circa 450 miliardi di euro, con importanti ricadute anche in termini occupazionali.

Per invertire questo trend dobbiamo pensare  alla salvaguardia del territorio come ad un’opportunità di sviluppo socio-economico locale, puntando su un’offerta turistica che faccia dell’osservazione della Natura e della biodiversità i suoi punti di forza.

Questo cambiamento è già in atto con il fenomeno dell’ecoturismo, ovvero: “un modo di intendere i viaggi e le vacanze come godimento delle risorse del patrimonio naturale e delle tradizioni, senza arrecare alcun impatto sulla natura e sugli usi e costumi del luogo”.

Per saperne di più:

http://www.meteoheroes.com/cosa-la-biodiversita-perche-cosi-importante/

http://www.wwf.it/giornata_oasi.cfm

http://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/turismo_e_biodiversita1

 

Seguici
Facebook
YOUTUBE
INSTAGRAM