Beni comuni per un turismo accogliente e accessibile

Un sito web dedicato a chi cerca una vacanza dal sapore diverso, in località amene ma fuori dai tipici tracciati turistici. Una vacanza flessibile, dove all’accoglienza si unisce la professionalità di educatori naturalisti che su richiesta realizzano attività alla scoperta del territorio. E’ questo il senso del nuovo sito web “www.turismosocialetrentino.it” dove sono presentate le tre strutture gestite da ConSolida – consorzio della cooperazione sociale trentina – e da Artico, spin off nato dal consorzio come impresa sociale che si occupa di turismo sociale e gestione beni comuni, di cultura ed educazione. “Puntiamo ad un turismo che sia strumento di incontro e socializzazione – spiega il direttore di Artico Pietro Scarpa – facilmente accessibile da gruppi, associazioni, famiglie numerose e in generale da chiunque voglia unire la dimensione vacanza, naturalmente fondamentale, alla salvaguardia del territorio, dell’ambiente e delle comunità circostanti che certamente beneficiano della valorizzazione di un bene altrimenti dismesso.”

La gestione di beni comuni: il progetto in sintesi

Il Trentino è ricco di un patrimonio edilizio di proprietà pubblica o privata con una vocazione turistica che, per una serie di ragioni, nel tempo ha perso richiamo ed attrattiva, cessando progressivamente di essere utilizzato. Si tratta di un patrimonio collocato per lo più in contesti rurali e montani, al di fuori delle località turistiche più note. È a partire da questa convinzione che Artico – in collaborazione con Con.Solida. Con.Solida. – desidera sviluppare un modello imprenditoriale che permetta la valorizzazione di questi beni  da un punto di vista sociale, ambientale turistico e culturale.

Il sito web

Online da pochi giorni, il sito è organizzato per macro aree: chi desidera trascorrere una vacanza di gruppo in Trentino può scegliere la struttura più adatta leggendo la rispettiva descrizione o “sfogliando” la gallery. La sezione “turismo scolastico” raccoglie invece le attività progettate dai educatori professionali e dedicate alle scuole di ogni ordine e grado sia trentine che non. In “soggiorni per bambini e ragazzi” le famiglie interessate alle attività estive per i propri figli possono trovare le diverse proposte attivate negli anni scorsi presso Casa Vezzena: da “La Grande Guerra sull’altopiano” ad “Asini e trincee”.

Tutte le case si prestano inoltre ad attività di gruppo, meeting aziendali o percorsi di team building: ogni struttura è dotata di spazi ampi e a Casa Magnola è disponibile anche il videoproiettore. Benvenuto, poi, a chi volesse co-progettare attività culturali o corsi residenziali. In particolare a partire dall’autunno si intende offrire al territorio una serie di proposte formative, didattiche, ludiche e culturali nella convinzione che le attività ambientali legate alla conoscenza della natura, quelle strettamente connesse all’ambito del sociale e quelle invece più culturali, non debbano essere sviluppate separatamente, ma intrecciate per sostenersi a vicenda.

Seguici
Facebook
YOUTUBE
INSTAGRAM
Tags: